PP - Polipropilene

Il Polipropilene commerciale è il polimero isotattico ottenuto con catalizzatori stereospecifici Ziegler. Il polipropilene atattico che può essere ottenuto con iniziatori radicalici è completamente amorfo e non riveste interesse applicativo in quanto non ha caratteristiche di materiale solido ma solo di fluido viscoso. Il polipropilene ha un grado di cristallinità del 60-70% proprietà migliori rispetto al PE, ma diventa fragile a temperature prossime allo zero, in virtù della sua temperatura vetrosa (5-15°C). Ha una buona processabilità, ottime proprietà dielettriche, e bassa permeabilità ai gas, densità variabile tra 0,9-0,93 g/cm3. la presenza di un atomo di carbonio terziario nella molecola, rende il PP particolarmente sensibile alla degradazione termica e fot ossidativa. Il fenomeno, può essere limitato con l’addizione di stabilizzanti termici e ossidativi di varia natura: fenolici, solfuri, fosfati organici, nero fumo. Per quanto concerne l’utilizzo di questa poliolefina nell’ambito del processo di filmatura in bolla, si utilizza prevalentemente il PP con alto grado cristallino, mentre differenti tipologie di PP trovano impiego nella produzione di componentistica per auto motive per stampaggio ad iniezione (injection moulding). Il PP presenta caratteristiche generalmente superiori alle altre poliolefine, ed infatti, per particolari applicazioni quali confezionamento di pasta, latticini, si utilizza esclusivamente PP accoppiato con altri materiali. Il suo punto debole è il costo,sicuramente superiore al PE. Proprio in ragione delle sue particolari caratteristiche rispetto alle altre poliolefine, il PP è utilizzato nell’industria dell’imballaggio flessibile in due tipologie di prodotto, in funzione della specifica tecnologia di produzione

PP cast

Il PP cast è un film estruso in testa piana e non sottoposto a processi di stiro, le cui principali qualità sono la trasparenza e la brillantezza, oltre che un’ottima barriera all’umidità. Inoltre la superiore rigidità consente l’uso del film in PP in parecchie applicazioni dove è precluso l’utilizzo del LDPE

PP B.O.PP

Si tratta di un polipropilene bi-orientato (B.O.PP), e viene utilizzato in testa piana subendo un processo di biorientazione mediante la tecnologia del “tentering” eseguito in due fasi distinte e separate: stiro longitudinale, stiro trasversale. Questo tipo di PP ha una rigidità tre volte superiore a quella del PP cast, e otto volte maggiore rispetto al PE, ed è particolarmente usato per la realizzazione di film a spessori sottili

PP Coex

Il termine “coestruso” identifica una categoria di film tecnici realizzati in coestrusione tra loro con LDPE-LLDPE-HDPE-PP. Il prodotto finito si presenta, per esempio, con un lato liscio ed uno ruvido, ed anche con colori uno diverso dall’altro. La produzione di film coestrusi, richiede impianti ad altissima tecnologia, per garantire le caratteristiche necessarie in termini di tolleranze di misura, spessori e planarità delle bobine. Il film di polipropilene coestruso microforato viene utilizzato per il packaging di prodotti che al momento del confezionamento hanno ancora una alto contenuto di umidità che rilasciano gradualmente durante la fase di distribuzione e la permanenza negli scaffali. Tipico è l’esempio del pane che viene confezionato appena sfornato, o di verdura (insalata, radicchio) e frutta